Giramenti di testa cervicale

Tra le cause più comuni dei giramenti di testa figura l’artrosi cervicale. Contrariamente a quanto si è portati a pensare, si tratta di un disturbo che non colpisce solo le persone anziane ma spesso anche soggetti più giovani. Nel dettaglio, si tratta di una sindrome degenerativa dolorosa provocata dall’usura dei dischi intervertebrali delle vertebre cervicali, ovvero quelle che corrispondono alla zona del collo e della nuca, che a suo volta provoca un’infiammazione delle articolazioni e quindi dolore.

Le cause all’origine dell’artrosi cervicale, e quindi dei giramenti di testa che ne derivano, possono essere molteplici. Si parte da difetti di postura fino ad arrivare a veri e propri traumi a livello cervicale, come ad esempio il classico colpo di frusta, passando per sforzi eccessivi o deviazioni della colonna vertebrale, come ad esempio nel caso della scoliosi.

Per l’artrosi cervicale, essendo una malattia degenerativa, non esiste alcuna cura in grado di garantire la guarigione: nella maggior parte dei casi si interviene per rallentare il processo di usura dei dischi invertebrali e per fornire un sollievo da quelli che sono i disturbi fisici che ne derivano. In particolare, per alleviare il senso di malessere che si verifica durante la fase acuta dell’infiammazione vengono solitamente assunti antidolorifici prescritti dal medico, oppure si ricorre a rimedi naturali come impacchi di calore o massaggi eseguiti da osteopati. Per rallentare il processo di usura, invece, occorre anzitutto modificare le cattive abitudini che molto spesso sono all’origine del problema, come ad esempio correggere la postura soprattutto se si sta parecchie ore al giorno in piedi o seduti alla scrivania, e praticare regolare attività fisica. Esistono inoltre alcuni esercizi mirati, come ad esempio semplici rotazioni del collo, che se eseguite quotidianamente possono aiutare a prevenire nuove infiammazioni.

Comments are closed.